Indizi sul corpo 2017/18

 a.s. 2017/18 Progetto di filosofia
INDIZI SUL CORPO
Arte e filosofia  in un corpo che danza

“Non ha senso, pertanto, parlare separatamente di corpo e di pensiero, come se potessero sussistere ciascuno per sè, mentre essi non sono che il loro toccarsi reciproco, il contatto della loro effrazione l’uno attraverso l’altro e l’uno nell’altro. Questo contatto è il limite, lo spaziamento dell’esistenza. Tuttavia ha un nome, si chiama “gioia” e “dolore”, o “pena”.”  J.L. Nancy

Responsabile del progetto
Prof.ssa Mariarosaria Pranzitelli (docente di filosofia)  

Questo progetto è rivolto agli studenti degli ultimi tre anni  del Liceo (3 – 4 – 5) ed è un tentativo di ricognizione filosofica sull’idea di corpo e della sua forma espressiva in particolare nel mondo della danza contemporanea.

Il percorso cerca di aprire una riflessione con gli studenti che collochi il corpo nel mondo a partire dal  concetto di “cum”  J.L. Nancy, in una dimensione più ampia e articolate del con-esserci heideggeriano.

Intrecciare più linguaggi percorrendo una riflessione sulla danza contemporanea (cadute, sollevamenti, forze, conflitti, prossimità, sospensioni…) possono creare suggestioni importanti.
Un altro sguardo che ha reso possibile questa indagine sul corpo e la filosofia, è l’arte del gesto di Virgilio Sieni, direttore della Biennale Danza e direttore  dell’Accademia di Firenze (Virgilio Sieni, Cango-Centro di produzione sui linguaggi del corpo e della danza). 

Lo scopo di questo progetto è rimettere al centro il corpo e la sua fragilità, la sua esposizione non “spettacolare” ma archeologica.

Mi è sembrato questo un modo per favorire un’apertura, attraverso il linguaggio della danza, che può “toccare” la sensibilità dei nostri studenti e può avviare un vero processo di approfondimento su questi temi nelle varie discipline.

Una lettura di una recente pubblicazione aggiunge al progetto altre visioni possibili: “Sulla danza” di Ermini, Gasparotti, Nancy, Sala Grau, Zanardi

Negli ultimi anni la danza ha intensificato anche nel nostro paese la sua presenza, sulle scene e fuori di esse, nelle trame dei discorsi più vari; il mondo dell’audiovisivo la riprende con inusitata frequenza, la filma, partecipa alle sue configurazioni e ne accresce l’archivio. Che cosa significa questa promozione e accresciuta comunicazione della danza? Si tratta di comprendere non solo che la sua attrattiva ha qualcosa da insegnarci sul nostro tempo, sulla ricerca – che lo agita più o meno coscientemente – di nuove disposizioni spaziali, di nuovi gesti, ma anche che è la danza stessa a essere oggi in gioco, perché la promozione che la investe non necessariamente favorisce la natura dei suoi atti.
Ripensare la natura di questi atti:
– il loro “motus commovente” (Nancy);
– il loro rapporto con il pensiero, il corpo, le arti (Gasparotti);
– la relazione tra l’Occidente e l’Oriente della danza (Sala Grau);
– il legame tra la danza, il teatro e la morte (Zanardi);
– l’origine comune del “dire poetico” e del “gesto danzante” (Ermini) –
può, forse, aiutare la danza a decidere quale condotta assumere nei confronti dei modi in cui oggi viene proposta, spinta sulla scena, promossa.”


Obiettivi
Gli obiettivi che si intendono raggiungere attraverso l’attività sono quelli atti ad avviare gradualmente l’alunno a:

  • sviluppare le sue capacità di elaborare una consapevolezza del proprio corpo;
  • utilizzare consapevolmente le riflessioni e le conoscenze dei filosofi studiati intorno all’idea di corpo e mente
  • servirsi di processi deduttivi ed induttivi;
  • attualizzare temi e percorsi filosofici, letterari e artistici del programma curriculare
  • sviluppare la capacità di collegare Arte – Filosofia – Laboratori e Progettazione
  • cogliere l’espressione della musica e della danza come culturalmente e filosoficamente rilevanti
  • entrare in contatto con il mondo dell’espressione corporea e delle sue implicazioni artistiche e filosofiche
  • conoscere compagnie di danza contemporanea della nostra città, le proposte dei Teatri e della Fonderia (sede nazionale di Aterballetto)

Destinatari a cui si rivolge
Alunni
Il progetto è rivolto alle classi terze – quarte e quinte (in continuità con i progetti interdisciplinari dello scorso anno).

Coinvolge i seguenti docenti:   prof.ssa Linda Fabbris –  prof.ssa Lorenza Bigi (Indirizzo Moda) – prof.ssa Maria Rita Gadaleta (lingua e letteratura italiana) – prof.ssa Lucilla Sinibaldi (fisica e matematica) – prof.ssa Mariella Pimpini (italiano) – prof.ssa Sonia Quaini (Filosofia) – prof.ssa Vincenza Ferrari (Chimica) – Prof. Claudio Apparuti (storia dell’arte) – prof.ssa Savina Lombardo – prof. Francesco Costabile (indirizzo multimediale esperto di tecnica e progettazione) – prof. Sergio Di Salvo e altri  docenti delle classi coinvolte che aderiranno al progetto durante l’a.s. 2017/18. 

Referente rapporti con i Teatri  prof.ssa Daniela Ambrogi
Referente per i rapporti e l’organizzazione dei laboratori a scuola prof.ssa Anna Lombardini

Il progetto potrà allargarsi ad altri docenti e classi che vorranno seguire questo percorso.

Riferimenti scuola G. Chierici:
Filosofia
Storia dell’arte
Moda/design
Letteratura e storia
Architettura
Multimediale
Discipline grafico-pittoriche
Discipline plastiche

Temi per possibili percorsi interdisciplinari e transdisciplinari:

Riferimenti/Partners

PROGETTO DANZA (associazione)
link al sito
Cinzia Beneventi (responsabile)  – cinzia.bene@gmail.com
Michele Merola e Enrico Morelli (coreografi e danzatori professionali)

I TEATRI: proposte per le scuole
link alle proposte  

LA FONDERIA: proposte per le scuole
link al sito
responsabile didattica Raffaele Filace
 raffaele.filace@gmail.com

Fotografia
Fotografo Fabio Boni e ragazzi che frequentano i corsi avanzati di fotografia del Liceo Gaetano Chierici.

Criteri / strumenti di valutazione
Laboratori e prove pratiche. Esposizione e video che rappresentino una restituzione del lavoro svolto. Nelle discipline si attiveranno prove specifiche sui contenuti appresi.

Durata
Il progetto ha uno sviluppo triennale.

La tematica scelta e sviluppata dalle classi coinvolte dovrebbe portare ad una performance e/o installazione che documenti il percorso. Le attività con i teatri, i laboratori e le varie uscite serviranno a declinare, secondo l’indirizzo e la disciplina, le diverse specificità del percorso trans e interdisciplinare.

Bibliografia

Agamben, Giorgio, Che cos’è il contemporaneo?, Roma, Nottetempo, 2008.
Agamben, Giorgio, L’uso dei corpi, Roma, Neri Pozza, 2014
Sieni, Virgilio, Manifesto per una giovane rivoluzione, Firenze, Maschietto Editore, 2007.
Sieni, Virgilio, La natura delle cose, Firenze, Maschietto Editore, 2008.
Sieni, Virgilio, La sospensione del gesto. Opere 2005-2008, Firenze, Maschietto Editore, 2008.
Sieni, Virgilio, Osso, Firenze, Maschietto Editore, 2008.
Sieni, Virgilio, La trasmissione del gesto, Firenze, Maschietto Editore, 2009.
Sieni, Virgilio, Tristi Tropici, Firenze, Maschietto Editore, 2010.
Sieni, Virgilio, Dignità del gesto. L’Oro di Scampia, Firenze, Maschietto Editore, 2010.
Nancy, Jean Luc, Indizi sul corpo, Ananke edizione, 2008
Nancy, Jean Luc, Corpus, Paris, Métailié, 1992. (tr. it. Cronopio)
A cura di Mario Alcaro, L’oblio del corpo e del mondo nella filosofia contemporanea, Mimesi edizioni, 2009
Vozza, Marco, Nietzsche e il mondo degli affetti.  Ananke, 2006.

Articoli e sitografia

  • Altre Velocità
    Forse si studia e si lavora tutta la vita non per costruirsi,
    ma per tornare quelli che si era,
    per riuscire a perdersi nuovamente nella semplicità del gesto.
    Virgilio Sieni
    link La Fragilità del gesto

INDICE 

DOCUMENTAZIONE 2016/17

DOCUMENTAZIONE 2015/16

Informazioni su Mariarosaria Pranzitelli

Docente di Filosofia Reggio Emilia - Italia
Questa voce è stata pubblicata in 2016/17, Classi quarte, Classi quinte, Classi terze, indizi sul corpo, News, Progetti e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Indizi sul corpo 2017/18

  1. Daniela Ambrogi ha detto:

    i miei complimenti per il progetto e per come è stato redatto il documento di presentazione del progetto. ho troppo da imparare!! volevo lasciare un LIKE ma poi mi chiede Log in… che metto??

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...