Adotta una conferenza

PROGETTO DI FILOSOFIA “ADOTTA UNA CONFERENZA”

IMG_9414

13 – 14 – 15 SETTEMBRE 2019
PERSONA

LINK ALLA PAGINA UFFICIALE 

Vai alla SCHEDA DA COMPILARE

Scadenza per la compilazione della scheda il 28 Settembre 2019

adotta una conferenza


PROGRAMMA FILOSOFICO
link alla pagina

Qui di seguito le conferenze consigliate in relazione alle lezioni di filosofia ed ai percorsi interdisciplinari di questo anno scolastico.

CARPI

Sabato 14 Settembre 2019 11:30
lezioni magistrali
Chiara Saraceno
Disparità di genere
I costi umani e sociali della disuguaglianza
Link

Carpi

Sabato 14 Settembre 2019 – ore 19:30
JEAN LUC NANCY
Pelle
The fragile skin of the world
Link

CARPI
Domenica 15 Settembre 2019 ore 21:00
EMANUELE COCCIA
L’io nella foresta
La vita e la soggettività delle piante fuoriescono dal canone della storia della filosofia: cosa ci indica e cosa ci insegna, sulla nostra stessa vita, la loro rimozione, il loro oblio?
link 

SASSUOLO
Domenica 15 Settembre 2019 ore 11.30
CARLO SINI
Corpo – L’umano come automa
Piazza Garibaldi
Link


MOSTRE

L’esposizione presenta 70 immagini del fotografo statunitense, dedicate alla passione universale per la lettura, che ritraggono persone, còlte in ogni angolo del mondo, nell’intimo atto di leggere.

Dal 13 settembre 2019 al 6 gennaio 2020, la Sala Mostre delle Gallerie Estensi di Modena ospita la mostra Leggere di Steve McCurry, uno dei fotografi più celebrati a livello internazionale per la sua capacità d’interpretare il tempo e la società attuale.

Link


 

Pubblicato in Classi quarte, News, Progetti | Lascia un commento

Protetto: Festival Filosofia 2019

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Pubblicato in News

La pelle

La pelle fragile del mondo

Che sia possibile in ogni momento sentire la mia pelle come pelle del mondo
e il mondo come intessuto di tutte le nostre visioni e respiri, esitazioni, pressioni
la risonanza di canti voci ritmi
e che sia sempre anche possibile incontrare
l’oscurità lo spessore opaco il silenzio e l’inerzia
come pure la carezza e il dolore
Il mio palmo e l’acqua dell’oceano
il mio squarcio e quello di un volto sfigurato
la mia solitudine e le folle indaffarate
Gli smarriti i migranti gli affamati
Il mio poco che tocca d’abbondanza
modi gesti desideri
che tutto ciò sia ancora possibile
e che le pelli si prendano si lascino andare
si slaccino sudino si bagnino e si secchino
si tatuino si compiacciano si spellino si emozionino
si proibiscano si interpretino
senza esaurirsi in interfacce connesse interattive
nel software di un grande animale macchina.
E’ chiedere troppo, già?

Jean Luc Nancy

(estratto dalla conferenza di J. L. Nancy letta da Caterina Zanfi)
Festival della Filosofia 2019

Roberto Fantuzzi, Paolo Perezzani, Mariarosaria Pranzitelli e Caterina Zanfi

Pubblicato in indizi sul corpo, News | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Protetto: Tutto insieme: della struzione.

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Pubblicato in Libri, News | Contrassegnato , ,

Protetto: Della struzione

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Pubblicato in News

Self evidence – Edinburgh

“Tutti gli esseri viventi sono nell’aperto, si manifestano e splendono nell’apparenza. Ma solo l’ uomo vuole appropriarsi di quest’ apertura, afferrare la propria apparenza, il proprio essere manifesto. Il linguaggio è questa appropriazione, che trasforma la natura in volto. Per questo l’apparenza diventa per l’uomo un problema, il luogo di una lotta per la verità.”
Giorgio Agamben, Il volto
da “Mezzi senza fine – note sulla politica” Continua a leggere

Pubblicato in Mostre ed eventi, News | Lascia un commento

JUPITER ARTLAND Edinburgh

PARTIAMO DALLA COLAZIONE A JUPITER ARTLAND COFFEE

img_8582In questa pagina presento Jupiter Artland, Edinburgh, attraverso le fotografie che ho scattato durante la visita. Alcuni artisti mi hanno particolarmente colpito per la loro capacità di raccontare in un’opera il loro rapporto con il presente e con le contraddizioni che ci attraversano. L’ambiente e l’infanzia, il silenzio e la dimensione cosmica, l’interconnessione della vita e della natura. Infine la danza e la presenza di una mostra sulla coreografa e danzatrice Trisha Brown hanno reso ancora più intensa e completa questa mostra a cielo aperto.
Continua a leggere

Pubblicato in Mostre ed eventi, News | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

SCHEDA LIBRO

COMPITI ESTIVI per le classi terze e per le classi quarte

PER I COMPITI ESTIVI LA SCHEDA LIBRO DA COMPILARE LA TROVERETE AL SEGUENTE LINK: VAI ALLA SCHEDA

RICEVERETE UNA RISPOSTA SULLA VOSTRA MAIL CON LA SCHEDA COMPILATA IN FORMATO PDF.

 

Pubblicato in News | Lascia un commento

CATARSI

9788899370237_0_0_444_75 Un consiglio di lettura per i miei studenti e per tutti; in questo libro si incontrano le riflessioni di diversi autori sulla parola chiave CATARSI. Le traduzioni dal greco di Anna Cariello mettono in evidenza alcuni passi del Fedone di Platone, della Politica e della Poetica di Aristotele.
Gianluca Garelli analizza, citando filosofi come Gadamer e Adorno, il dispositivo estetico.
Gilberto Camilla espone alcune criticità sull’idea di stati alterati della coscienza, sul pregiudizio della distinzione “naturale” e “artificiale”. Ci conduce, attraverso citazioni di William James, il grande filosofo e psicologo americano, Freud, sogno e inconscio, e recenti studi di Thomas Robert, psicologo americano che mette in relazione gli stati di coscienza alterati e il sistema immunitario, alla coscienza e i suoi tre livelli. Non mancano, inoltre, precisi riferimenti all’antropologia, a recenti studi sul cervello e alla neurofisiologia. Continua a leggere

Pubblicato in Libri, News | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

DAVID HUME – EDINBURGH

“Questo è il segreto dell’empirismo. L’empirismo non è affatto una reazione contro i concetti, né un semplice appello all’esperienza vissuta. Esso instaura al contrario la più folle creazione di concetti che si sia vista o intesa. L’empirismo è il misticismo del concetto e il suo matematismo. Ma per l’appunto esso tratta il concetto come l’oggetto di un incontro, come un qui-ora, o piuttosto come Erewhon da cui  emergono inesauribili, i “qui” e gli “ora” sempre nuovi, diversamente distribuiti. Soltanto l’empirista può dire che i concetti sono le cose stesse, le cose allo stato libero e selvaggio al di là dei “predicati antropologici”.

Gilles Deleuze, Differenza e ripetizione, Raffaello Cortina Editore, 1997, p. 3 Continua a leggere

Pubblicato in News | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento