FREUD

INTRODUZIONE

La rivoluzione psicoanalitica

  1. Vita e scritti
  2. La scoperta e lo studio dell’inconscio (gli studi di Charcot e di Breuer sull’isteria e il caso di Anna O.)
  3. Il metodo catartico e le libere associazioni. Il transfert.
  4. I sogni, gli atti mancati e i sintomi nevrotici.
  5. Es – io e Super-io.
  6. La teoria della sessualità e il complesso edipico
  7. La teoria psicoanalitica dell’arte
  8. La religione e la civiltà. Eros e Thanatos.
  9. Gli sviluppi della psicoanalisi: Adler, Jung (l’inconscio collettivo, gli archetipi, i tipi psicologici)

Opere principali di Freud

  • Studi sull’isteria (1895)
  • L’interpretazione dei sogni (1900)
  • Psicopatologia della vita quotidiana (1901)
  • Tre saggi sulla sessualità (1905)
  • Il motto di spirito e la sua relazione con l’inconscio (1905)
  • Il caso di Dora (1905); Delirio e sogni nella Gradiva di Jensen (1907)
  • Il caso del piccolo Hans (1909)
  • Il caso dell’uomo dei topi (1909)
  • Sulla psicoanalisi. Cinque conferenze (1910)
  • Un ricordo d’infanzia di Leonardo da Vinci (1910)
  • Totem e tabù (1913)
  • Storia del movimento psicoanalitico (1914)
  • Il caso dell’uomo dei lupi (1918)
  • Al di là del principio del piacere (1920)
  • Psicologia collettiva e analisi dell’io (1921)

Conversazione con il prof. Jervis: https://www.youtube.com/watch?v=ANOYKEX1ybM

Aldo Carotenuto racconta JUNG: link alla presentazione JUNG

Filosofia e cinema
1 – Passioni segrete https://www.youtube.com/watch?v=v8Ju6eAz6-w

2 – A dangerous method – David Cronenberg
3 – Link al film:  Prendimi l’anima è un film biografico diretto da Roberto Faenza, ispirato alla figura della psicoanalista russa Sabina Spielrein e al suo rapporto sia terapico che amoroso con Jung.


Casa di FREUD a Londra

IMG_6524

FREUD MUSEUM di LONDRA
Link al Museo

Gianfranco Marini’s insight:

Un interessante risorsa messa a disposizione dal Freud Museum di Londra che nel suo sito pubblica un filmato sulla psicoanalisi. Si tratta di un filmato intitolato “Che cos’è la psicoanalisi? (È strana?)”, è diviso in 4 parti di una decina di minuti ciascuna.

Ringrazio Mariarosaria Pranzitelli che mi ha segnalato questa risorsa. Naturalmente il filmato è in lingua inglese ma si può cercare di seguire con l’utilizzo dei sottotitoli.
Si tratta di materiale interessante, appositamente realizzato pensando ai docenti e agli studenti e che può essere utilizzato per introdurre nel programma di filosofia tematiche da affrontare in lingua inglese, non perché “vuolsi così colà dove si puote”, né per rendere formale omaggio al CLIL, ma perché si tratta di una sfida interessante per gli studenti che potranno mettere alla prova il loro inglese e la loro capacità di analisi filosofica:
# traducendo i testi e aggiungendo i sottotitoli,
# predisponendo a partire dai video materiali didattici in inglese (mappe, presentazioni, etc.),
# spiegando ai loro compagni i principali temi del video (in inglese e in italiano)
# realizzando materiali per la verifica
INDICE DEI CONTENUTI DEL FILMATO
Di seguito la traduzione del sommario di ciascuna parte:

 

PRIMA PARTE

# È strana la psicoanalisi?
# La talking cure (terapia della parola)
# L’inconscio
# L’io non è padrone in casa sua
# La psicoanalisi e l’approccio cognitivo
SECONDA PARTE: SESSUALITÀ
# Un concetto allargato di sessualità
# sessualità infantile
# La perversione è qualcosa con cui siamo nati
# Normale e anormale
# Fasi dello sviluppo della sessualità: orale, anale, fallica
# repressione
TERZA PARTE: IL COMPLESSO DI EDIPO
# il mondo emotivo del bambino
# Sua maestà il bambino
# la madre come primo oggetto d’amore
# Gelosia rivalità, odio e ansia
# il ruolo del padre
# Genere: Freud non pensava che noi siamo “nati maschi” o “nati femmine”
# non esiste una soluzione perfetta al complesso di Edipo
# ci segna per tutta la vita
QUARTA PARTE: ID, EGO E SUPERIO
# un io diviso
# io, id, super-io
# perchè Freud sviluppò una nuova topica?
# Diavoli e angeli
# le persone si ammalano a causa dei loro ideali morali
# cavallo e cavaliere
# l’io è come un politico
# obiettivo dell’analisi è quello di impedire all’io di essere così stupido

Informazioni su Mariarosaria Pranzitelli

Docente di Filosofia Liceo artistico Reggio Emilia - Italia
Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a FREUD

  1. Pingback: Programma di Filosofia | Filosofia e scuola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.