Nietzsche e il corpo

“Nietzsche è stato il primo a comprendere che l’intera storia della filosofia si configura come una scuola della denigrazione contro i presupposti della vita perpetrata soprattutto attraverso il sistematico disprezzo del corpo, della sua forza creativa, della sua mirabile facoltà di metamorfosi, ridotto dai metafisici ascetici a una «miserabile idée fixe dei sensi, affetto da tutti i possibili errori della logica»8. Il progetto nietzschiano di radicale oltrepassamento dell’orizzonte di pensiero metafisico comporta un ribaltamento della svalutazione platonico-cristiana del corpo: «Ai dispregiatori del corpo – scrive Nietzsche in un celebre passo dello Zarathustra – voglio dire una parola. Il corpo è una grande ragione, una pluralità con un solo senso, una guerra e una pace, un gregge e un pastore. Strumento del tuo corpo è anche la tua piccola ragione, fratello, che tu chiami ‘spirito’, un piccolo strumento e un giocattolo della tua grande ragione: essa non dice ‘io’, ma fa ‘io’. […] Dietro i tuoi pensieri e sentimenti, fratello, sta un possente sovrano, un saggio ignoto – che si chiama Sé. Abita nel tuo corpo, è il tuo corpo. Vi è più ragione nel tuo corpo che nella tua migliore saggezza. […] Tramontare vuole il vostro Sé, e perciò siete diventati dispregiatori del corpo! Infatti non siete più capaci di creare al di sopra di voi stessi. E per questo ora vi incollerite contro la vita e la terra. Un’invidia inconsapevole è nello sguardo bieco del vostro disprezzo. Io non vado sulla vostra strada, dispregiatori del corpo! Voi non siete per me ponti verso il superuomo!»9.

  • 8 F. Nietzsche, Götzen-Dämmerung, in KGW, VI, III, p. 69; trad. it. Il crepuscolo degli idoli, a cura (…)
  • 9 F. Nietzsche, Also sprach Zarathustra, in KGW, VI, I, edizione, pp. 34-36; trad. it. Così parlò Zar (…)

Fonte: Jean-Luc Nancy e la filosofia del corpo di Marco Vozza https://books.openedition.org/res/673?lang=en

Biografia di Nietzsche

img_1675Friedrich Wilhelm Nietzsche nacque a Röcken, nella Prussia meridionale, nel 1844; primogenito di Carl Ludwig, pastore protestante e reazionario monarchico e di Franziska Oehler.
Nel 1846 e nel 1848 nacquero altri due figli, Elisabeth e Joseph (morto nel 1850, per una febbre cerebrale) e nel 1849 morì anche il padre, dopo un anno di “apatia cerebrale” per una malattia al cervello.
In seguito a questo lutto, Nietzsche si trasferì con la famiglia a Naumburg nella casa della nonna materna. Dopo la morte della nonna nel 1856, la famiglia si trasferì in una casa propria (ora conosciuta come ‘Nietzsche-Haus’’ o Archivio Nietzsche, un museo e centro studi). Qui Friedrich iniziò gli studi di lettere classiche e religione; frequentò la scuola pubblica maschile e a dodici anni cominciò a scrivere poesie e si impegnò in composizioni musicali.

Venne ammesso come allievo al liceo di Pforta, un’importante scuola conosciuta per i suoi rigidi sistemi educativi; qui studiò dal 1858 al 1864.
In questo periodo Nietzsche cominciò a soffrire di un male che lo tormenterà a vita, l’emicrania.
Continua a leggere “Biografia di Nietzsche”

Ritratti di filosofi

Percorso interdisciplinare ARTE E FILOSOFIA

“La figura ritratta deve dunque organizzare il quadro non soltanto in termini di equilibri, di linee di forza o di valori colorati, ma anche in modo tale che il quadro arrivi insomma ad assorbirsi e a compiersi in essa. Ciò che lo circonda, se qualcosa lo circonda, deve dipendere strettamente da suo puro e semplice aver posto se stesso. Un sé in sé e per sé, questo è il compito unico ed esclusivo del ritratto: si sa fin troppo bene che questo compito è stato identico a quello del pensiero, da Descartes (o da Agostino) fino ad oggi (o fino a domani). Quello che ci chiediamo qui, una volta di più, è in che cosa questo doppio compito è stato lo stesso.”
Il ritratto e il suo sguardo di J. L. Nancy 

Classe 5D a.s. 2019/20

Nietzsche disegnato da Filippi Elena – LINK ALLA PAGINA DELLA BIOGRAFIA

Disegnato da Amendola Carmela

Continua a leggere “Ritratti di filosofi”

Indizi sul corpo a.s. 2019/20

Continua la collaborazione con La Fonderia 39 sede dell’Aterballetto
Il percorso interdisciplinare si sviluppa con gli student* dell’indirizzo multimediale del Liceo artistico G. Chierici.
Docenti coinvolti prof. Tiziano Mainieri, prof. Francesco Costabile e prof.ssa Mariarosaria Pranzitelli
Dott. Raffaele Filace referente per la Fonderia39 (sede nazionale della danza)

Link: Fondazione39 

 

Il sapere a portata di click

Istruzioni e modalità
Classe 4 D a.s. 2019/20

Che cos’è MLOL? 
(sintesi degli studenti Repossi e Negrini)

MLOL è una rete di biblioteche pubbliche per il prestito digitale.

IMPORTANTE: con la chiusura delle biblioteche l’attivazione di MLOL si può fare tramite MAIL emilib@provincia.re.it

Reggio Emilia

Le Biblioteche del Sistema Bibliotecario della Provincia di Reggio Emilia sono chiuse al pubblico fino al 3 aprile 2020 in ottemperanza al DPCM dell’8 marzo 2020. Le normali procedure di iscrizione sono state temporaneamente modificate.

 
Come fare per accedere?

► Hai smarrito username e password? : visita la pagina per recuperare le credenziali 

► Non sei iscritto a EmiLib? : Se sei già iscritto ad una biblioteca ma non alla biblioteca digitale Iscriviti ad EmiLib inviando una mail all’indirizzo emilib@provincia.re.it riportando nome, cognome, biblioteca presso la quale sei tesserato, numero tessera (se lo ricordi), codice fiscale. Riceverai una mail con le credenziali entro due giorni. 

► Non sei iscritto alla biblioteca? :  invia una mail all’indirizzo emilib@provincia.re.it indicando nome, cognome, codice fiscale, comune di residenza, numero di cellulare e allegando copia fronte/retro del documento di identità. L’iscrizione è possibile solo per utenti maggiorenni

Come funziona?

  1. Si effettua l’iscrizione al servizio online di MLOL
  2. Si scarica il software ADE (Adobe Digital Edition) su pc e si crea un ID Adobe
  3. Si cercano e si scaricano i contenuti dal sito MLOL
  4. Si legge da pc, eBook reader, tablet o smartphone

Procedura di iscrizione

Per effettuare l’iscrizione e necessaria la tessera della biblioteca. Al momento dell’iscrizione, si dovrà fornire un indirizzo email attivo, il quale fungerà da username. All’indirizzo fornito si riceveranno i dati di attivazione con le corrispondenti credenziali.

Installare ADE (Adobe Digital Edition)

Gli eBook sono controllati dal DRM (Digital Rights Management), un sistema di protezione del diritto d’autore. Per questo è richiesto ADE.

  1. Recarsi sul sito https://www.adobe.com/it/solutions/ebook/digital-editions/download.html ed effettuare il download.
  2. Aprire ADE, cliccare sulla voce aiuto—> autorizza computer e creare un ID Adobe.

Ricerca e Download degli eBook

Effettuare il login al sito MLOL, selezionando lente di riferimento (es. “Biblioteca Panizzi”)

  • Se si desidera scaricare un contenuto, bisogna cliccare sulla voce eBook download
  • Davanti alla scheda del contenuto desiderato, cliccare sulla voce scarica eBook
  • Scegli——>Scarica
  • Il file “ .acsm ” scaricato verrà locato nella cartella documenti/download

Se l’eBook risulta occupato, si potrà prenotare, in modo tale da ricevere una mail quando risulterà libero, avendo più un lasso di 24 ore per scaricarlo.
Si potranno scaricare massimo 2 eBook al mese, ed il prestito durerà 14 giorni (per eBook). Al termine dei 14 giorni l’eBook non risulterà accessibile da nessun dispositivo.
A meno che l’articolo non sia stato scaricato dalle risorse open

Lettura dell’ eBook

Il contenuto preso in prestito può essere trasferito su altri dispositivi autorizzati con lo stesso ID Adobe, con un massimo di 6.

Da PC

Il file .acsm verrà aperto sul programma ADE

Da eBook reader

Collegare l’ eBook reader al PC, aprire il file .acsm su ADE, cliccare sulla voce file—->coppia in computer/dispositivo e selezionare l’ eBook reader.

Da smartphone e tablet

Installare l’ app MLOL Reader, inserire le credenziali (le stesse usare sul sito MLOL) 

  • Aprire il menù, recarsi su impostazioni—> Autorizza il dispositivo e accedere con il proprio ID Adobe
  • L’eBook preso in prestito sarà locato nel pulsante Cloud. Cliccando sopra il titolo, questo verrà scaricato
  • Dopo il download verrà trasferito nella liberia 

Edicola MLOL

  • Computer: Basta accedere alla scheda del quotidiano e premere il tasto “Sfoglia”

  • Smartphone: Effettua il login  su MLOL con le tue credenziali ed accedi ad un giornale della  collezione PressReader , poi clicca su “Sfoglia”.
    Puoi anche scaricare l’applicazione gratuitamente sul telefono, chiamata “PressReader”, con cui tu potrai ascoltare anche ascoltare gli articoli grazie alla funzionalità “text-to-speech”

MLOL Scuola

MLOL scuola è una piattaforma di prestito digitale dedicata alle scuole, accessibile 24/24-7/7

Per accedervi è sufficiente l’iscrizione ad una delle biblioteche scolastiche che offrono il servizio (non tutte le scuole vi hanno preso ancora parte).

IMPORTANTE: con la chiusura delle biblioteche l’attivazione di MLOL si può fare tramite MAIL emilib@provincia.re.it

  • Tramite questo servizio sia studenti, insegnanti e genitori possono prendere in prestito degli eBook, accedere a un’edicola, prendere in prestito o consultare altri tipi di risorse (audiolibri, musica, ecc.) selezionate dalla scuola stessa.
  • Oltre a queste risorse, ogni utente MLOL scuola ha a disposizione una biblioteca digitale chiamata OpenMLOL, cioè una selezione completamente gratuita di numerosi articoli di vario tipo.